cocktail da preparare

Cocktail buoni per le tue feste a casa

Di cocktail buoni ce ne sono molti ma secondo noi ci sono alcuni che sono degni di nota, e che possono essere sfruttati tranquillamente come cocktail aperitivo.
I cocktail alcolici più buoni sono

cocktail buoni

Bloody Mary
Molti lo odiano, ma il mix di succo di pomodoro e vodka pare sia tra i cocktail più sani con cui iniziare a bere. C’è chi lo beve anche al mattino – ed è l’ora giusta per berlo – molti ignorano l’avvertenza e lo scelgono di sera. Va a gusti.

Ingredienti
4,5 cl di vodka
9 cl di succo di pomodoro
1,5 cl di succo di limone
2/3 gocce di Salsa Worcester
1 pizzico di sale e di pepe nero
Tabasco
Mettete più vodka, così è poca. Ovviamente meno pomodoro, sennò sembra di bere il sugo.

Mojito

In alcuni casi quando lo prendete in un locale vi chiederete se davvero ci sia dell’alcool da qualche parte, ma è normale. Se ve lo fate da soli andrà meglio.

Ingredienti
5cl di rum bianco cubano Havana Club Silver Dry
succo di lime (limon criollo);
2 cucchiaini di zucchero di canna
un rametto di Hierba buena (menta marocchina)
5 cubetti di ghiaccio
acqua gasata (o acqua di Seltz o soda). Usare un bicchiere del tipo tumbler alto.
Usate un rum a caso che va bene uguale. Il lime se proprio siete intenditori. Mettete più rum di quanto dice la ricetta. Acqua gasata o seltz? Poco eh, mi raccomando.

Mojito alla frutta

Eh sì, esiste anche questa variante poco nota dalle nostre parti ma pare molto popolare all’estero. La ricetta è identica al mojito classico, ma si aggiunge un po’ di frutta intera in fondo al bicchiere. Molti diranno: “E cosa siamo, alla festa delle medie?” No, non siamo alla festa delle medie, però ricordiamoci che questa è una lista di cocktail sani: non è che possiamo iniettarci il whiskey nelle tempie.

Ingredienti
Gli stessi del mojito, ma mettete in fondo al bicchiere – insieme alla menta – fragole, mirtilli, mango o kiwi a seconda dei gusti.

Mint Julep
Classico dei classici, mette insieme bourbon, menta, seltz, e un po’ di zucchero. Dicono che sia rinfrescante, dissetante, eccetera, ma non scherziamo. A noi non interessa rinfrescarci: a noi interessa bere.
Ingredienti
bourbon
3 rametti Di Menta
1/2 Cucchiaino Di Zucchero
acqua gasata (o acqua di Seltz o soda)
Non ho messo la quantità di bourbon per non condizionarvi, memore degli ingredienti elencati nei punti precedenti. Fate un po’ come preferite.

Tequila Sunrise
Anche qui stiamo parlando di un classico, eternato persino dai Cypress Hill. Sembra che sia anche un cocktail abbastanza a prova di hangover, certo, evitiamo di berne una cisterna e magari la mattina dopo riusciremo a sostenere una conversazione non a gesti.
Ingredienti
4,5 cl di tequila
9 cl di succo d’arancia
1,5 cl di granatina
Consigli: la granatina è tutto sommato superflua, mettete più tequila.

Gin + succo fresco a scelta
Ahhh il buon vecchio naturalissimo distillato di bacche di ginepro! Freschissimo! Dicono che aggiungendo succo di frutta fresca – non il succo in cartone, il succo che vi fate in casa spremendo, frullando o centrifugando la frutta – al gin si ottenga un cocktail alla fine neanche troppo devastante.
Ingredienti
gin, quanto vi pare
succo d’arancia, di limone, di pompelmo, quanto vi pare
Consigli: fate voi le quantità.

Margarita
Altro classicone dei drink d’estate, si serve shakerato con ghiaccio. Ma lo sappiamo: voi avete sete e siete in casa, e non avete nessuno strumento da barman, ma niente paura, si può fare senza tranquillamente, vedrete.
Ingredienti
Un buon 50% di tequila
Un 28.5% di Triple Sec
21.5% lime fresco o succo di limone

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *